14 gennaio 2017 – Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato

Sabato 14 gennaio 2017, alle ore 17, nella Sala Teatro «Granata», in Via Barone 2A, ad Agrigento, in occasione della Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato, il Centro per le Missioni, con il suo Servizio Migrantes, Caritas Diocesana Agrigento e la Fondazione Mondoaltro, presenteranno il Rapporto Immigrazione Caritas e Migrantes e il Rapporto Italiani nel Mondo 2016.
Obiettivo dell’incontro sarà quello di approfondire la conoscenza dei dati sul fenomeno immigratorio, ponendolo in relazione con l’ancora viva esperienza emigratoria italiana.
Relazioneranno l’Avvocato Luca Insalaco, che presenterà il Rapporto Immigrazione Caritas-Migrantes e Mariella Guidotti (Responsabile del Servizio Migrantes della Diocesi agrigentina), che introdurrà il Rapporto Italiani nel Mondo 2016.
Sarà dato spazio alla testimonianza di Béatrice Panaro, missionaria secolare scalabriniana tra migranti in Svizzera, e di alcuni minori stranieri non accompagnati residenti ad Agrigento.

Nel suo messaggio scritto in occasione della Giornata Mondiale – «Migranti minorenni, vulnerabili e senza voce» – il Santo Padre ha voluto rivolgere proprio ai più fragili fra i migranti, i minorenni non accompagnati, la sua attenzione pastorale, richiamando tutti noi al dovere di responsabilità e custodia nei loro confronti. Sono sempre più i minori che affrontano il viaggio senza la compagnia di un adulto, esponendosi a enormi rischi. Di molti di essi si perdono le tracce e questo non può che allarmarci e richiamarci a una responsabilità condivisa. Papa Francesco denuncia “lo sfruttamento esercitato da gente senza scrupoli a danno di tante bambine e tanti bambini avviati alla prostituzione o presi nel giro della pornografia, resi schiavi del lavoro minorile o arruolati come soldati, coinvolti in traffici di droga e altre forme di delinquenza, forzati alla fuga da conflitti e persecuzioni” e invita le istituzioni ad “adottare ogni possibile misura per garantire ai minori migranti protezione e difesa”, lavorare per la loro integrazione nella società che le accoglie, individuare e adottare soluzioni durature a quelle che sono le cause che provocano le migrazioni.

Discorso intenso e articolato, quello del Santo Padre, che in poche sintetiche battute tocca i diversi aspetti delle migrazioni forzate e richiama le coscienza degli adulti al dovere della custodia dei bambini.

locandina-14-gennaio-2017