Emergenza migranti: servono coperte ed avvocati

Si fa sempre più elevato il numero di migranti che, arrivati all’hotspot di Lampedusa, ricevono un foglio di respingimento alla frontiera con invito a rimpatriarsi volontariamente entro il termine di 7 giorni. Così, decine e decine di migranti si trovano già a vagare per la città di Agrigento, trascorrendo la notte all’addiaccio nonostante il freddo invernale. Dato il loro stato di irregolarità, non è loro concessa ospitalità presso strutture governative. Solo le strutture caritative della Chiesa (Caritas, mense e parrocchie) si sono attivate per offrire un pasto, abiti o riparo per la notte. Non per tutti si riesce però a trovare posto. In molti sono ancora costretti a dormire al freddo.

Mentre si cercano soluzioni alternative e Caritas interroga il Governo sulla legalità di tali prassi e sulle conseguenze sociali di questa nuova linea politica in riferimento ai migranti, due sono le emergenze prioritarie:
servono con urgenza coperte che possano essere distribuite ai migranti che non riescono ad essere inseriti nei rifugi notturni della Caritas diocesana e delle parrocchie;
occorrono avvocati competenti in materia delle migrazioni che si rendano disponibili a prestare volontariamente le loro competenze per l’orientamento legale dei migranti e l’istruttoria delle pratiche di ricorso avverso il foglio di respingimento.

Chiunque volesse donare una coperta, potrà contattarci ai seguenti recapiti: 0922.490043 – 0922.26905 – segreteria@caritasagrigento.it
Gli avvocati che fossero interessati a offrire il loro contributo potranno contattarci inviando una mail a segreteria@caritasagrigento.it