Alveare 2

Descrizione Progetto

“La mobilità dei lavoratori e dei cittadini europei è uno dei fattori principali su cui investire per trasformare l’Unione Europea nella società della conoscenza più competitiva e dinamica del mondo” (Consiglio europeo di Lisbona del marzo 2000).

Su questa indicazione affonda le radici il progetto SVE “Alveare 2” che coinvolge 3 volontari di tre paesi europei (Germania, Spagna e Belgio), che lavoreranno insieme per 9 mesi nelle attività della ludoteca multietnica “Alveare” (che accoglie 25 bambini italiani e stranieri dai 4 ai 6 anni), del centro interculturale “Incontri” (attività con giovani e donne italiani e stranieri) e dell’implementazione di un blog sul volontariato dal nome “mondoaltro” della Fondazione Mondoaltro (braccio operativo della Caritas diocesana di Agrigento).

Il progetto si inserisce in continuità ma in evoluzione rispetto alla prima edizione di questo progetto SVE in fase di svolgimento e che ha già prodotto ottimi risultati. Lo SVE sarà un “servizio di apprendimento” che opera a favore della comunità locale e favorisce l’apprendimento di nuove conoscenze, competenze e nuove lingue per i volontari. I volontari contribuiranno allo sviluppo della comunità locale di Agrigento e alla promozione dell’inclusione dei bambini immigrati e delle loro famiglie oltre ad acquisire competenze per migliorare le loro capacità e competenze chiave e le loro prospettive di lavoro.

Le attività saranno incentrate sui temi dell’inclusione sociale, dell’interculturalità e dell’integrazione, sullo sviluppo della comunità locale, sulla creatività e l’innovazione, sullo sviluppo personale e professionale dei volontari, per stimolare la cittadinanza attiva ed europea e promuovere il raggiungimento degli obiettivi della strategia Europa 2020 ed Erasmus+ per questa azione specifica. Le attività permetteranno ai volontari di lavorare con diversi beneficiari dei servizi realizzati dalla Fondazione Mondoaltro (bambini, giovani, donne, famiglie, gruppi di immigrati) attraverso l’assistenza allo staff dipendente: – nella progettazione educativa e nella realizzazione delle attività; – nello sviluppo di iniziative ed attività che promuovono il dialogo interculturale, il volontariato, la cooperazione, la formazione non formale, la promozione del programma Erasmus+ ai coetanei e lo sviluppo di un progetto personale e professionale che permetterà di ampliare le loro conoscenze e competenze. I metodi di apprendimento saranno non formali e comprenderanno: il “learning by doing”, “peer to peer”, l’apprendimento collaborativo e cooperativo, il pensiero creativo, il team building ed il dialogo strutturato. Il volontario, attraverso lo SVE “Alveare 2” offrirà un contributo alla società, creando così anche un cambiamento che avrà un impatto su se stesso. Ne deriverà un circolo virtuoso: l’arricchimento e la soddisfazione personali dello SVE saranno uno stimolo a continuare il suo impegno in attività sociali promuovendo una società migliore e fungendo da esempio per altri giovani.