Quaresima in corso …

Quaranta giorni passano in fretta e rischiano di non lasciare alcun segno nella nostra vita che corre veloce.

Eppure questo è «il tempo di darci un tempo» per riflettere sulla nostra vita, pregare, ammettere a noi stessi i nostri limiti, riconoscere gli obiettivi non centrati … guardandoci dentro con tenera misericordia e serena onestà.
Questo è il tempo per prepararsi ad un nuovo inizio, che nella Pasqua di Cristo avrà il suo reattore a propulsione.

Dobbiamo crederci realmente! Sarà Pasqua vera nella nostra vita quando passeremo dalla semplice (si fa per dire!) «speranza nella resurrezione» alla «certezza di essere redenti» già ora, salvati per Amore, testimoni di Gesù che ha già vinto la morte e scoperchiato i sepolcri dell’umana sofferenza.

La Quaresima serve proprio a questo: lasciarsi confondere da Dio che ha scelto di vincere la morte e trasfigurare la sofferenza assumendole su di sé perché anche noi imparassimo a riconoscere la Sua presenza dove mai l’avremmo cercata.
Per questo, lasciamo che questi quaranta giorni trascorrano lenti e siano realmente esperienza di rinnovamento. Viviamoli tutti, uno dopo l’altro, provando a gustare in ognuno di essi il sapore di un’attesa che sa già di resurrezione.
A tutti noi, il mio augurio di una lenta e luminosa Quaresima.
Valerio