Raccolta alimentare del 26 gennaio: alcuni numeri per dire grazie

Ormai da qualche anno sosteniamo le parrocchie che si sono avventurate nel cammino di animazione alla carità attraverso le Caritas parrocchiali/intercittadine, anche con l’organizzazione di due raccolte alimentari diocesane all’anno.

L’ultima del 26 gennaio 2019 ha coinvolto 11 Parrocchie (6 di Agrigento, 1 di Favara, 2 di Porto Empedocle, 1 di Raffadali e 1 di Sciacca) nella sensibilizzazione delle comunità territoriali ai bisogni materiali di molte famiglie prese in carico dalle comunità stesse e sostenute in un momento di difficoltà.

La raccolta ha coinvolto complessivamente un centinaio di volontari, che a turno hanno invitato le persone che entravano nel supermercato ad acquistare qualcosa, hanno  sollecitato le proprie comunità parrocchiali a partecipare alla raccolta, sia recandosi presso i supermercati indicati, sia mettendosi a disposizione come volontari per i turni presso gli esercizi commerciali, il trasporto, lo stoccaggio e il conteggio della merce donata.

Sono stati donati dalla cittadinanza intervenuta complessivamente 7.864 prodotti. Il 85,6% di prodotti alimentari (pasta 34,4%, pelati e passata di pomodoro 14,5%, latte 13,9%, biscotti e merende 9%, zucchero e sale 4,1%, tonno e scatolame 3,7%, legumi 3,1%,), il 10,3% di prodotti per neonati (omogeneizzati 6,79%), il 3,5% di prodotti per l’igiene personale e della casa, lo 0,6% in prodotti vari (farina, bibite, creme spalmabili, dolci).

Un grazie va a tutti quelli che a vario titolo hanno permesso questi risultati: ai supermercati che hanno aderito all’iniziativa, ai volontari che si sono impegnati, alle comunità parrocchiali e ai cittadini che hanno partecipato.