Terremoto centro Italia, note operative

Con profondo dolore abbiamo condiviso la preghiera per le vittime del sisma del 24 agosto 2016 che ha colpito le diocesi di Rieti ed Ascoli in particolare e causato danni in altre diocesi limitrofe.

In risposta alle numerose sollecitazioni ribadiamo che:
– non sono previste, né necessarie, raccolte di viveri, vestiario, suppellettili ecc., o altro materiale;
– relativamente alla disponibilità manifestata da numerosi volontari (singoli o organizzati) per recarsi nei territori colpiti, si ribadisce che al momento non è possibile, sia perché le vie di comunicazione sono ancora interrotte, sia perché a livello organizzativo appesantirebbero il lavoro delle Chiese locali e di quanti sul territorio sono all’opera per alleviare i disagi delle comunità locali.

In questa fase le delegazioni regionali di Caritas di Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo-Molise sono operative sui rispettivi territori e sono nella condizione di assicurare prossimità e vicinanza alle persone.

Chiediamo dunque a tutti di attendere che si definiscano ulteriormente i bisogni alla luce di quanto emergerà da una lettura quanto più chiara possibile della situazione, al fine di incanalare la nostra comune azione in un solco costruttivo ad ampio raggio.

Nel frattempo, in vista della colletta nazionale del 18 settembre, l’invito è a concentrarsi sull’animazione e sensibilizzazione delle comunità locali, affinché, alla luce anche del concomitante Congresso Eucaristico Nazionale, sia vissuto pienamente come momento di condivisione, frutto di carità, e di koinonia.

Per donazioni in denaro leggi i dettagli.