youngCaritas – Si parte!

Un pugno di ragazzi, un’aula e tanta voglia di imparare a donare.

Inizia così la fase della formazione di youngCaritas, un progetto nato dal sogno di un dialogo interculturale possibile e dalla sfida di veder crescere cittadini europei sempre più protagonisti di un territorio che allarga lo sguardo a una prospettiva che va oltre i confini delle proprie città.

Sono quattordici, molti di loro andranno a Salford, in Inghilterra, per fare un’esperienza di volontariato con la Caritas di quella diocesi ma nel frattempo, tutti quanti, provano a rubare ai formatori i segreti di un volontariato sano da fare in vari ambiti.

Da Tony, responsabile dell’ambito Ability hanno imparato che c’è un gruppo di ragazzi disabili della nostra città che ha delle competenze artistiche strabilianti ed è possibile farle venir fuori attraverso dei laboratori teatrali. A Luana hanno chiesto quanta pazienza ci vuole per mettere insieme bambini di diverse nazionalità in una rumorosa ludoteca multietnica e guidarli verso un futuro sempre più colorato. Federico e Alessia  hanno raccontato loro i sacrifici dei migranti, il loro bisogno di essere riconosciuti come portatori di diritti innegabili e hanno mostrato loro quanto d’importante si possa fare per accompagnarli in questo processo d’inserimento sociale e culturale.

Da Chiara, psicologa esperta nella gestione dello stress, infine, hanno ricevuto gli strumenti per affrontare tutto questo; perché sì, il volontariato è un’esperienza meravigliosa ma a volte può portare con sé il fardello di uno stress psicofisico ed emotivo non sempre facile da sopportare.

Il percorso continuerà con Mariella e Daniela che spiegheranno loro le tecniche di ascolto, quelle che la prima sperimenta quotidianamente al Centro di Ascolto Diocesano e la seconda in carcere.

La strada è lunga e a breve inizierà il corso di inglese. Insomma, è un gruppo che cresce giorno dopo giorno e lo fa intorno ad un obiettivo: avere un confronto col prossimo sano e preparato.